Un Mondo a Fumetti - Il forum !! Cosa aspettate a clikkare sul banner qui sotto?

Image and video hosting by TinyPic

mercoledì 30 aprile 2008

Planet Manga presenta: Inferno e Paradiso Collection

Una storia ormai di culto in Italia e in Giappone, l’opera rivelazione del talento artistico di Oh! Great.
Un manga avvincente, dinamico, dal disegno accattivante, che trova nelle situazioni scolastiche e negli spettacolari combattimenti fra i cultori di varie arti marziali i propri punti di forza.
A condire il tutto, il superbo talento dell’autore nel caratterizzare e disegnare le protagoniste femminili, che contribuisce a rendere INFERNO E PARADISO un vero gioiellino artistico per gli amanti del disegno d’autore.
Azione, belle donne, libertà, ricerca della forza, spettacolarità… Pur basandosi su temi convenzionali quali le arti marziali e una certa dose di voyeurismo sexy stereotipato, il genio di Oh! Great riesce a risultare innovativo alla luce di un modo di raccontare modernissimo...
Ne esce un prodotto esplosivo, impossibile da incasellare in un genere definito se non prendendo a prestito riferimenti ai videogiochi del genere “pestaduro” come Street Fighters o la serie Tekken, di cui ricalca la struttura. Dopo pressanti e numerosissime richieste da parte di appassionati lettori (tra cui ci sono anche io!!!^_^), la Planet Manga ha finalmente deciso di tornare a proporre questo titolo in una nuova edizione Collection, con un senso di lettura alla orientale ed un nuovo formato tankobon più vicino a quello originale!
L’occasione è ghiottissima, ed ormai alle porte: non lasciatevi scappare una delle opere più entusiasmanti di sempre, a giugno!

J-Pop e la Giornata del Fumetto Gratuito

Il Free Comic Book Day è la Giornata del Fumetto Gratuito.
Una giornata nel corso della quale tutte le fumetterie che aderiscono all’evento, tra cui lo ZooComiX a Latina, regaleranno un fumetto ad ogni visitatore.
La data stabilita per l’anno 2008 è il 3 Maggio.
EDIZIONI BD / J-POP parteciperà con LUXUS di Judith Park:
"Scarlette è giovane, bellissima e ricca sfondata! Grazie alla sua carta di credito illimitata può permettersi il lusso di comprare ciò che gli altri possono solo sognare. Un giorno di shopping estremo, Scarlette si imbatte in una oscura, piccola figura e la sua illusione di vita felice inizia ad andare in pezzi.
Questa Glamour-girl dovrà presto mettersi alla ricerca della vera felicità."

News in pillole...

Ni-hao!!!
Ricapitoliamo tutte le novità che ci aspettano nei prossimi mesi...
La Star Comics ha annunciato la pubblicazione di un celeberrimo serial conteso da più case editrici italiane, una "modernissima versione di My Fair Lady, in cui la parte di Pigmalione viene interpretata da ben quattro-ragazzi-quattro". Non è stato rivelato il titolo del manga. Si pensa possa trattarsi di "Yamato Nadeshiko shichi henge (Perfect Girl Evolution)" di Tomoko Hayakawa.
In più ci sono i già annunciati: Koakuma Café di Aya Oda, serie smut conclusa in 4 volumi.
Ambientata in un café per sole donne dove i camerieri sono tutti maschi, una ragazza si traveste da uomo per avvicinare il ragazzo che le piace. Il primo volume è previsto per Luglio nella collana Kappa Extra.
Honey x Honey Drops di Minami Kanan, serie smut conclusa in 8 volumi. La storia è incentrata su una ragazzina che, per pagare la retta della scuola, accetta di obbedire a tutti gli ordini di un ragazzo. Non si sa ancora niente circa la data di uscita.
E per finire la tanto attesa ristampa con sovraccoperta di Una ragazza alla moda (Haikarasan ga tooru / Mademoiselle Anne) di Waki Yamato!! Prevista dopo l'estate nella collana degli shoujo classici (Express).

Per quanto riguarda la Planet Manga si è già parlato dei nuovi titoli che ci aspettano nei prossimi mesi... ma è sempre meglio rinfrescarci un po le idee... (^_^)
Shibuya-ku Maruyama-chou di Mari Okazaki, serie conclusa in soli 2 volumi da cui è stato tratto anche un drama. E' la storia di quattro ragazze alla ricerca dell'amore... nel quartiere dei Love Hotel!! Nel manga è approfondito il fenomeno dei Love Hotel, rifugio degli innamorati, degli amanti clandestini e della prostituzione. Previsto per Ottobre e Novembre nella collana Mille Emozioni!
Love Berrish di Nana Haruta, serie conclusa in 5 volumi. E' uno shoujo scolastico in cui la protagonista si ritrova a dover alloggiare nel dormitorio maschile della scuola, poiché quello femminile è pieno. Previsto per Settembre a cadenza bimestrale nella collana Manga Dream, alternato a "The Gentlemen's Alliance Cross" di Arina Tanemura.
Desire Climax di Ayane Ukyou, serie smut conclusa in 7 volumi. La protagonista è povera e ha bisogno di soldi. Una sera incontra un ragazzo che le tira addosso un sacco di soldi, dopodiché questo sostiene di averla "comprata". A quanto pare il loro incontro era stato combinato... Previsto per Agosto nella collana Manga Love, alternato a Nana. In particolare, ad Agosto usciranno quattro volumi di Desire Climax, poi due numeri di Nana, poi i restanti tre di Desire Climax.

Per concludere, vi lascio con delle piccole news... su graditi ritorni...
Ransie la Strega - Batticuore a Mezzanotte (Tokimeki Midnight) di Koi Ikeno torna a Luglio con il settimo volume della serie, nella collana Turn Over.
Clover di Toriko Chiya torna ad Agosto nella collana Express (dopo "Alpen Rose", prima di "Una Ragazza alla Moda"). (Finalmente! Non ne potevo proprio più di aspettare!!! ^^)
Da Settembre The Gentlemen's Alliance Cross di Arina Tanemura avrà cadenza bimestrale.
The Tarot Café di Park Sang Sun torna a Maggio con il sesto (e penultimo) volume della serie, mentre il decimo volume di Arcana di Lee So Young arriverà in Autunno. High School Debut di Kazune Kawahara torna a Maggio, mentre Fushigi Yuugi Special di Yuu Watase e Cat Street di Yoko Kamio torneranno entrambi a Luglio.

A proposito di Cat Street.. dando un rapido sguardo alle uscite in Giappone... ho visto che Cat Street della Kamio è terminato questo mese con l’8° volume! Domandina: se di questo manga sono usciti 5 numeri e da luglio escono 3 numeri mensili... andiamo a 8... e quindi vuol dire che a luglio potrò leggerne finalmente la fine!!?? Giusto??!! (^_^)
L’omonimo jdrama tratto dal manga inizierà il 28 agosto 2008. Si conosce solo il volto della protagonista, degli altri attori non si sa ancora nulla!
Ultimissima chicca... Una Mostra permanente per le CLAMP.
Ebbene sì... le CLAMP hanno ottenuto una mostra permanente delle loro opere presso il Museo di Manga di Masuda. La collezione è composta da tavole a colore di Card Captor Sakura ed altre in bianco e nero di X e di Chobits.
La mostra ha avuto inizio il giorno 8 di questo mese e non ha una data di fine. Auguroni!!!

Episodio speciale manga per Captain Tsubasa (Holly e Benji)

Sul settimanale Weekly Shonen Jump di Shueisha disponibile dal 21 aprile, è stato annunciato un episodio autoconclusivo, un nuovo one shot, di Captain Tsubasa, il celeberrimo manga calcistico di Youichi Takahashi noto in Italia soprattutto per la sua trasposizione animata, trasmessa su Italia 1 come Holly e Benji.
Il ritorno del personaggio sulle pagine di Weekly Shonen Jump a distanza di vent’anni avviene in occasione dei festeggiamenti per il 40° anniversario della rivista, che ha organizzato una serie di imperdibili eventi come il Jump Super Anime Tour che in autunno visiterà dieci città giapponesi presentando due nuovi special di Dragon Ball e One Piece.
Quello di Captain Tsubasa non sarà l'unico special della rivista: anche Kochira Katsushika-ku Kamearikouen-mae Hashutsujo (noto in breve come Kochikame), una commedia poliziesca ancora in corso dopo più di trent'anni, avrà il suo episodio extra, così come il manga di fanta-wrestling Kinnikuman di Yudetamago, meglio noto per l'anime Ultimate Muscle, seguito dell'originale, trasmesso su Jetix nel 2005.

martedì 29 aprile 2008

I cinque Manga più commoventi (secondo i Giapponesi)

Ni-hao!! Konnichi wa a tutti!!
La rivista di intrattenimento Oricon ha pubblicato i risultati di un sondaggio proposto a 900 uomini e donne giapponesi di età tra i 10 e i 40 anni chiedendo quale fosse il manga più commovente che avessero mai letto.

Ed ecco i risultati

Classifica combinata:

01. One Piece

02. Slam Dunk

03. Honey & Clover

04. Fruits Basket

05. Baby & Me / Sunadokei / Touch (a pari merito)


Classifica dei voti femminili:

01. One Piece

02. Slam Dunk

03. Fruits Basket / Honey & Clover (a pari merito)

05. Sunadokei



Classifica dei voti maschili:

01. Slam Dunk

02. One Piece

03. Touch

04. Maison Ikkoku

05. Doraemon


Non so voi, ma a me stupisce un pochino quel quinto posto di Doraemon per le votazioni dei maschi... Per il resto, direi che il sondaggio dimostra quanto One Piece sia un'opera polivalente, quanto sia amato Slam Dunk dai giapponesi e ti fa riflettere visto che i primi due posti sono occupati da Shonen (manga per ragazzi).
Direi che sono opere che meritano tutte un posto in questa classifica, ma un pensiero va anche a chi è rimasto fuori. Potrei citarne tantissimi, ma preferisco che siate voi a dirmi cosa ne pensate... Qualche proposta?

Star Comics...

Detective Conan - 40

Detective Conan è considerato come uno dei più importanti manga di sempre ed il relativo anime è regolarmente presente nella top 5 delle serie TV più seguite del Giappone da anni.
Per l'originalità del genere, in quanto il giallo è tutt'ora molto poco frequente nei manga, la sua importanza iconica ed il successo commerciale, in patria è stato scelto dal Governo come "Ambasciatore della cultura giapponese nel mondo". In questo volume...
L’avventuroso e tanto atteso appuntamento fra i due agenti Sato e Takagi si trasforma in un blitz antidroga; una storia tragica, che si tinge di giallo, in un campo da tennis dei ricordi; i Detective Boys a caccia del primo amore del professor Agasa, una storia iniziata quarant’anni prima; infine, prende il via una nuova indagine che vede l’avvocato Kisaki aiutare il marito pasticcione…

Fairy Tail - 3

Fairy Tail è la storia di Natsu del suo gatto Happy che arrivano nella città di Harujion. Qui dovrebbe esser giuto anche Salamander, un famoso mago. Purtroppo la reputazione del mago non sembra corrispondere alla realtà dei fatti, visto che misteriosamente adesca le ragazze per schiavizzarle.
Tra le vittime c’è Lucy, una giovane aspirante maga che desidera fortemente entrare nell’importante congregazione conosciuta come Fairy Tail. Natsu si ritrova ad intervenire casualmente e finisce per scoprire qualcosa di incredibile.
Iniziano così le appassionanti avventure di Fairy Tail...
Il diabolico gruppo di Maghi della Gilda di Eisenwald si è impossessato del flauto magico che diffonde Lullaby, una malefica melodia mortale in grado di sterminare un’intera popolazione. Natsu, Gray, Elsa, Lucy e ovviamente Happy, decidono di formare un inedito team e partono alla volta dell’ultima stazione ferroviaria in cui sono stati avvistati i terroristi…

Inu Yasha - 62

Kagome Higurashi è una ragazza giapponese che vive nell’antico tempio shintoista di famiglia; nel giorno del suo quindicesimo compleanno viene risucchiata all’interno dell’antico pozzo annesso al santuario, da un enorme demone a forma di millepiedi, risvegliatosi grazie al potere spirituale di Kagome, e trasportata nell’epoca Sengoku... Da quel giorno è passato tanto tempo e tantissime cose sono accadute... inoltre moltissimi sono i personaggi che hanno fatto la loro apparizione...
In questo 62° volume... Naraku approfitta dell’assenza di Sesshomaru per tentare d’impadronirsi dell’ultima scheggia di Sfera degli Shikon, e aggredisce Kohaku. Naraku progetta dunque di mettere contro i due fratelli, Inu Yasha e Sesshomaru, consegnando a quest’ultimo un frammento di specchio, che gli consentirà di rubare il potere della Tessaiga, la spada che ha sempre desiderato…
Sesshomaru si trova di fronte a una difficile scelta: pur subodorando la trappola, cosa deciderà di fare? Ecco a voi la saga conclusiva di Inu Yasha, mentre la NEW EDITION prosegue, ripartendo dall’inizio!

Hoshin Engi - 15

Ben tremila anni fa era in vita la più grande e forte dinastia cinese di sempre, la dinastia Yin. L’era di prosperità si interruppe quando al fianco del giovane imperatore arrivò Dakki, una donna bellissima e tremenda, che con le sue indicazioni fuorvianti dette via ad un periodo di soprusi e violenze verso la popolazione, accompagnati da sprechi e dissolutezze a corte...
Per risolvere la situazione i grandi sennin illuminati decidono di inviare sulla Terra un apprendista molto promettente, ma poco avvezzo a seguire il normale cammino per la crescita spirituale: Taikobo.
Il suo compito è quello di realizzare il piano dei sennin, che intendono confinare le entità malvage scese sulla Terra in un mondo divino dal quale non potranno mai scappare, in modo che abbiano tempo per redimersi o per dannarsi. I nomi da confinare sono elencati nella lista Hoshin...
Nella grande battaglia fra i due Mondi dei Sennin, i Juttenkun di Kingo lanciano all'attacco uno dopo l'altro i loro strani Paope spaziali, mentre quelli di Kong Rong hanno dalla loro solo l'intelligenza di Taikobo per evitare una sconfitta. E mentre la lotta infuria, viene finalmente rivelato il motivo dell’odio di Ohtenkun verso Yozen…

Novità di questa settimana... Dynit

Beck- Mongolian Chop Squad 18

Non sarà il più venduto dell'anno, ma il nuovo cd dei Beck è finalmente uscito: Tabasco è l'inizio di una nuova avventura, e il leader dei Dying Breed lo sta ascoltando in macchina quando, su una strada deserta, nota un'auto in panne e si ferma per prestare soccorso.
Per Maho giunge il momento di stare molto vicina al fratello Ryusuke, nonostante anche Koyuki abbia bisogno di lei: è stato infatti pestato durante un concerto.
Frattanto Leon viene scagionato e, a piede libero, pretende quel che gli è stato promesso da Ryusuke ma non è mai riuscito ad avere.
Un numero coinvolgente e drammatico, che fa luce sul lato oscuro del mondo della musica.

Futari Etchi 19

Prossimi a trasferirsi nella casa nuova Yura e Makoto organizzano un pic nic per salutare i vecchi vicini, e durante il trasloco non perdono l'occasione di copulare per l'ultima volta nel loro vecchioo nido d'amore, sul pavimento e in mezzo agli scatoloni. Anche per ambientarsi nella nuova casa non c'è niente di meglio che fare un po' di sano sesso, senza dubbio con l'approvazione dello strambo vicinato... Ma Yamada che c'entra?
E come può una timida ragazzina con gli occhiali trasformarsi da un giorno o l'altro in una femme fatale? Miracoli del sesso!
Se state seguendo con costanza le avventure e i consigli di Yura e Makoto, avrete senza dubbio accertato dei miglioramenti in camera da letto!
Che siate uomini o donne, non importa: Futari Etchi è il testo sacro dell’amore e del sesso, più efficace e più divertente del Kamasutra, da leggere in due per imparare posizioni, trucchi e zone erogente con cui disfarsi del solito menage. Per una vita sentimentale e sessuale veramente appagante!

Saiyuki Reload 7

La storia di Saiyuki ruota tutta attorno al passato dei quattro personaggi, alla ricerca dei sutra (dei testi sacri che conservano l'origine del mondo) ed a questo viaggio verso ovest per fermare la resurrezione del potente re dei demoni sigillato 500 anni prima dagli dei: Gyumaoh...
Hakkai e Gojo, increduli, si prendono cura di Goku, ferito a morte.
L'unico modo per salvarlo è togliergli la tiara e risvegliare la sua natura demoniaca. Ma Goku perde il controllo.
Forse, se Hazel facesse in modo di dotarlo di una nuova anima... ma a nulla vale il suo intervento, e ad Hakkai non resta che una drastica soluzione. Frattanto Sanzo si allontana dal gruppo e gli altri, rimasti soli, affrontano il deserto, raggiungendo un villaggio in cui sbarcano il lunario trovandosi un lavoro...

Sondaggio CLAMP!!!

Ni-hao!!!
Rieccomi, dopo un po di giorni, a parlare di un sondaggio che si è chiuso da un po di tempo...
Questo era incentrato sui fumetti delle mitiche CLAMP...
Il vincitore non poteva che essere Tsubasa Reservoir Chronicle, ultima opera a cui le CLAMP si stanno dedicando in questo momento (insieme ad xxxHolic ), che racchiude in se anni di lavoro delle sensei...

82 sono i personaggi soggetti a cross-over.
Le serie da cui sono tratti i personaggi: 20 Mensou ni Onegai!, Angelic Layer, Card Captor Sakura, Chobits, CLAMPCampus Detectives, CLAMP Campus Defenders Duklyon, Clover, Magic Knight Rayearth (manga e anime), Miyuki-chan inWonderland, RG Veda, Shin Shunkaden, Suki. Dakara Suki, Tokyo Babylon, X (e il film X/1999), e XXXHolic.
Resta poco delle CLAMP che non è entrato in gioco.
A parte Lawful Drug e Watashi no Suki na Hito i cui personaggi non sono ancora stati utilizzati per cross-over in Tsubasa.

Quale opera preferite fra quelle delle CLAMP ?

Tsubasa Reservoir Chronicle (65%)

Card Captor Sakura - Rayearth (60%)

xxxHOLIC (35%)

Clover -Chobits (30%)

X - Mi piaci perchè mi piaci (25%)

Tokyo Babylon - Miyuki nel Paese delle Meraviglie (20%)

Clamp Detective - Wish - Angelic Layer - Kobato - RG Veda (15%)

La Leggenda di Chun Hyang - Il Ladro dalle mille facce - Lawful Drugstore (10%)

Un nuovo manga magazine da Shueisha

L’editore giapponese Shueisha pubblicherà un nuovo contenitore mensile per manga a partire dal 1° maggio.
Il magazine, che nasce da una costola del settimanale Weekly Young Jump, non ha ancora un titolo ufficiale ma potrebbe chiamarsi Monthly Young Jump.
Attualmente sono noti solo quattro dei titoli che troveranno spazio tra le pagine della nuova rivista:
- Kare naru shokutaku bangaihen di Funatsu Kazuki
- Juujika no majutsushi di Okazaki Kei
- SINfinity di Sasaki Takumaru
- Hideyoshi de gozaru!! di Tanaka Kanako
Riuscirà il nuovo magazine a bissare il successo di Jump Square?

lunedì 28 aprile 2008

Prendi il mondo e vai... Touch

Touch (タッチ, Tacchi) è una serie manga ed anime creata da Mitsuru Adachi e pubblicata sullo Shonen Sunday, dalla Shogakukan, tra il 1981 e il 1986. E' stata raccolta successivamente in 26 Tankobon.
Touch è l'opera che ha consacrato, in patria e non, Adachi, come autore di culto nel suo genere. Un genere per altro molto peculiare, in quanto coniuga con delicatezza tematiche più care agli shojo manga con altre più legate all'universo maschile (shonen).
L'anime, prodotto dallo Studio Gallop e dal Group TAC, è andato in onda dal 1985 al 1987 sulla Fuji TV, per la regia di Gisaburo Sugii, su un progetto di Ren Usami, e consta di 101 episodi, trasmessi in Italia dalla Mediaset su Italia 1 a partire dal settembre del 1988.
Il titolo della serie, in Italia, è stato tradotto con "Prendi il mondo e vai" e la sigla è cantata da Cristina D'Avena.

Alla serie sono seguiti 4 OAV:
"Touch: Sebango no Nai Ace" (1986, "Touch: asso senza numero"), "Touch II: Sayonara no Okurimono" (1986, "Touch II: regalo di addio"), "Touch III: Kimi Ga Torisugita Ato Ni" (1987, "Touch III: da quando te ne sei andato") e "Touch IV: Arekara, Kimi ha" (1988).
Il manga è stato pubblicato in Italia, con il suo nome originale, Touch, dalla Star Comics, raccolto in 26 volumi, dal luglio 1999 all'agosto 2001. Si tratta della seconda opera di Adachi pubblicata in Italia, sebbene si tratti della prima realizzata dall'autore nipponico.
Dopo lo scarso successo di lettori (ma non di critica) di "Rough", pubblicato nel 1996 sempre dalla Star Comics, In Italia si era temuto di non poter vedere più altri manga di Adachi, e Touch, fortunatamente, ha sfatato questa credenza, permettendo finalmente la meritata consacrazione di Adachi anche nel nostro paese.
Nel 1983 Touch vinse lo Shogakukan Manga Award nella categoria shonen.

La storia si dipana nell'arco di tre anni, e vede protagonisti i gemelli Uesugi: Tatsuya e Kazuya, Asakura Minami ed altri personaggi. (I nomi dei due gemelli sono stati cambiati qui in Italia, nella versione animata, in Tom/Tatsuya e Kim/Kazuya Brandel)
Kazuya, Tatsuya e Minami si conoscono da sempre: vicini di casa fin da piccoli, sono cresciuti insieme.
I due fratelli Uesugi, Kacchan e Tacchan, sono gemelli, anche se più diversi non potrebbero essere: il primo è un brillante studente e un dotato e tenace atleta, campione di baseball; il secondo, uno scansafatiche, allergico agli impegni di qualsiasi tipo.

I due gemelli hanno un cane, Panchi, enorme e buonissimo; (una figura costante e molto umanizzata, utilissima per stemperare i momenti particolarmente difficili del manga e per tratteggiare senza parole i sentimenti dei personaggi).
Alle superiori, Minami e Tatsuya finiscono in classe insieme e, mentre Kazuya e la ragazza si iscrivono al club di baseball del Mei Sei (del quale Minami diventerà, al secondo anno, la manager), Tatsuya, non è intenzionato a seguirli. Apparentemente la scelta di Tacchan sembra motivata dalla sua proverbiale pigrizia ma il ragazzo decide di non competere con il fratello in nessun campo, dallo sport a Minami.
La manager del club di baseball, Nishio Sachiko, convinta che anche Tatsuya nasconda del talento, cerca di convincerlo ad iscriversi anch'egli al club di baseball, ma il ragazzo, benché tentato dall'idea, è molto indeciso...

Così quando Harada Shoei, (Arada nella versione anime) il suo migliore amico, gli dà la penna e quaderno, Tatsuya si ritrova, suo malgrado, iscritto al club di pugilato.
L’equilibrio tra i tre protagonisti, viene turbato dall’aperta dichiarazione che Kacchan fa alla ragazza, anche se Minami si dimostra inaspettatamente interessata al pigro e svogliato Tacchan, che, consapevole di questo, sceglie di tirarsi indietro, senza darle la possibilità di compiere una scelta alternativa al fratello, proprio per non ferirne i sentimenti...
Il campionato di baseball inizia e Kazuya porta avanti il suo sogno, e quello di Minami, di arrivare a qualificarsi per il torneo Koshien, sino alla finale, mentre Tatsuya perde l'unico incontro a cui partecipa (vince, però,un premio di consolazione,un bacio di Minami).
La mattina della finale, la partita contro il Sumi di Akio Nitta, Kazuya esce di casa per recarsi al campo di gioco, seguito poco dopo da Tatsuya.

Ma Kacchan non arriverà mai allo stadio: durante il tragitto ha un incidente, in cui, per salvare un bambino, viene in vestito e muore, nonostante i soccorsi. Quando Tatsuya arriva al campo di gioco della scuola Meisei, punto di ritrovo della squadra, non vedendo suo fratello, si ricorda di un gruppo di persone che si erano raccolte lungo la strada, attratti da un incidente.
Tatsuya torna quindi sui suoi passi, proprio per scoprire che la vittima dell'incidente, un ragazzo con un'uniforme da baseball, non era altri che suo fratello, che non sopravviverà all'incidente, mentre il Meisei, orfano del suo asso, ovviamente non riesce a vincere la partita.
La morte di Kazuya getta nello sconforto la famiglia Uesugi, Minami, il club del baseball, soprattutto Koutarou/Kotaro Matsudaira, il ricevitore della squadra del Meisei (qui in Italia, Giancarlo. Il miglior amico di Kazuya, che inizialmente vedrà in Tatsuya, solo un perdente inferiore al fratello deceduto. Ma, durante il secondo anno, i due diventeranno buoni amici).
Al contrario Tatsuya nasconde dietro un'apparente serenità e scherzosità la sua enorme sofferenza, che solo Minami (innamorata di lui da sempre...) riesce a cogliere, mentre dagli altri è ritenuto un'insensibile...

Passa un anno... Tatsuya decide di realizzare il sogno del fratello, per colmare il vuoto enorme che la sua perdita ha lasciato nella propria vita: si iscrive al club del baseball dimostrando di avere qualità eccezionali di lanciatore.
Un giorno, Tatsuya, vestendo i panni del gemello deceduto, per fare uno scherzo, fa un'apparizione sul campo di baseball e fa un lancio completamente fuori misura, ma talmente potente da rimanere incastrato nella rete metallica che delimita il campo, che viene deformata dalla forza del tiro. E' allora che Kuroki, capitano della squadra, capisce il talento di Tatsuya e fa di tutto per convincerlo a fargli cambiare club. Dopo una lunga trattativa con il capitano del club del pugilato, quest'ultimo "venderà" Tatsuya al club di baseball in cambio di un autografo di Rumiko Takahashi. (^_^)
Tatsuya prende così il posto di suo fratello all'interno della squadra, vestendo la maglia #1, quella dell'asso, che fu proprio di Kazuya.

Nel frattempo ci sono dei cambiamenti anche per Minami, che pressata da una ginnasta decide di partecipare agli allenamenti della squadra di ginnastica oltre che essere la manager del club di baseball. Entrano nuovi comprimari nella storia: i due avversari pricipali di Tatsuya sia nel gioco che nella relazione con Minami che fatica sempre a decollare, Nitta del Sumiko e Nishimura del Seinan.
Alla fine del campionato il Meisei è fermato all'undicesimo inning per uno a zero dal Seinan che sarà a sua volta battuto in finale dal Sumiko.
Terzo anno. L'allenatore Nishio (Doriano. Accanto ad alcuni dei nomi originali ho inserito la loro "traduzione" qui in Italia, che per fortuna, riguarda solo la versione animata di Touch e non quella cartacea...) viene ricoverato presso un ospedale per un attacco di cuore, ma, prima d'andare in pensione, trova un sostituto per portare la squadra in finale. Per un errore, però, al liceo Meisei arriva, al suo posto, il fratello minore, Kashiwaba Eichiro (Marco Roccaforte).

La prima cosa che il nuovo allenatore fa è cacciare dal club Minami, con gran gioia di Yuka (Chicca), sorella minore di Nitta( Nello) e nuova manager innamorata di Tatsuya.
Si scoprirà poi che il fratello minore era nella squadra di baseball con il fratello maggiore ma rimase sempre nella sua ombra nonostante la bravura e ora odia il baseball e rivede in Tatsuya e Katsuya lui e il fratello.
Minami puo dedicare tutto il suo tempo alla ginnastica artistica e infatti arriva al primo posto nel campionato del Kanto.
Il campionato inizia e il Meisei esce vittorioso dalle eliminatorie arrivando a giocare la finale con il Sumiko di nitta. Dopo una lunga e faticosa partita,e grazie al repentino cambiamento dell'allenatore, Tatsuya e i suoi compagni vincono all'undicesimo inning per 5 a 4, conquistando l'accesso al Koshien.
Durante l'ultimo lancio contro Nitta, anche se solo per un momento, lo spirito del fratello Kazuya va a incoraggiare Tatsuya. A coronamento del sogno di Minami e del fratello morto, Tatsuya riuscirà anche a rivelare il suo amore a Minami, naturalmente corrisposto.
La storia si chiude con il bacio fra i due ragazzi e con il trofeo del Koshien nella libreria di Tatsuya facendoci capire che il Meisei ha vinto anche al Koshien.
La conclusione è in puro stile Adachi: si intuisce il riscatto di Kashiwaba come uomo, il primo posto di Minami al Campionato Nazionale di ginnastica ritmica e il futuro, insieme, della ragazza e di Tatsuya.

La critica che più spesso viene mossa ad Adachi è di essere un autore ripetitivo: character design scarsamente differenziato, storie che si basano sempre su triangoli sentimentali e baseball (o altro sport) annesso e stessa ambientazione scolastica.
Per contro, il grosso merito dell’autore sta nell’aver saputo creare un genere unico, un perfetto connubio tra shojo e shonen manga. E non solo: Adachi è un maestro nel raccontare.
Ad una grafica non particolarmente incisiva, sopperisce in modo assolutamente unico e personale nel presentare personaggi e situazioni. Il ritmo narrativo di Adachi trova nei silenzi, negli sguardi e in passaggi intuitivi il suo efficace incedere.
Le sue storie vanno più interpretate che lette. Questo perché, attraverso una "semplicità ad effetto", Adachi, fa intendere spesso gli eventi più che raccontarli in presa diretta.
In "Touch", ciò che spicca maggiormente è la continua variazione di contesti e personaggi, fin dall’inizio, in cui si da per scontato che il vero e indiscusso protagonista della storia sia Kazuya.
Ma è nei gregari che l’autore si esprime al meglio. A partire da Tatsuya, che almeno originariamente vive all’ombra del fratello, compiendo però scelte che contraddicono la sua apparenza superficiale, come quella di rinunciare a Minami.
Con il proseguo della storia si compirà il suo riscatto ma Tatsuya non diventerà mai un ineccepibile protagonista. Continuerà a mantenere le stesse caratteristiche che lo rendono amabilmente umano.

Il triangolo sentimentale viene gestito al meglio, fino alla morte di Kazuya: è una situazione sofferta da Minami e da Tatsuya, portata avanti sul filo dei sentimenti soffocati da entrambi. Dopo la morte di Kacchan, la "redenzione" del "nuovo" protagonista sarà graduale, non tanto nel baseball, quanto nel suo rapporto con la ragazza.
Infatti, il Koshien diventa l’obiettivo primario di Tatsuya, che dovrà poi vedersela anche con l’invadente Yuka e una giovane idol che, nel finale della vicenda, sembra mettere più seriamente in crisi il suo rapporto con Minami.
Molte sono le comparse che fanno capolino durante la storia. Da quella più pesante e significativa del "colosso" Harada a quella più leggera di Sasaki. Il primo è un po’ il tramite di cui si serve l’autore per dialogare con i suoi stessi personaggi e, attraverso il quale, si viene indirizzati a capirli. Sasaki, invece, nonostante abbia un ruolo più contenuto, risulta essere un efficace cammeo con il quale Adachi riequilibra l’ulteriore triangolo Tatsuya - Minami - Yuka.
Lo spessore psicologico dei diversi personaggi viene delineato spesso con leggerezza, attraverso la peculiarità di certi gesti o situazioni di efficace climax.
L’allenatore Kashiwaba è un riuscito esempio di storia nella storia. Veniamo a conoscenza del suo passato, così simile a quello di Tacchan, lo seguiamo finchè non porta il Mei Sei alla vittoria, affrancandosi dal suo ruolo negativo in modo decisamente non scontato né banale, infine indoviniamo che questo è per lui un nuovo inizio come uomo, soprattutto.

Un’altra storia parallela, appena accennata, è quella tra Nishimura, asso del Seinan e l’obesa manager della sua squadra.
Con pochissimi elementi Adachi ne delinea un quadro perfetto: Nishimura, accanito ammiratore di Minami, non vuole saperne della corpulenta ragazza ma, col tempo, rendendosi conto del suo affetto incondizionato, rassegnato a non essere corrisposto, inizia a riconsiderarla e a ricambiarla a suo modo.
Un finale aperto anche in questa occasione ma del quale molto si intende. Frammenti di vite che il baseball accomuna in una commedia scolastica (così l’autore definisce i suoi lavori) che, come tutta la produzione di Adachi, è un omaggio alla gioventù. Probabilmente, è la nostalgia dell’autore verso la propria, che ispira i toni non "urlati" e accattivanti delle sue storie. Un capolavoro di sequenze di attimi sentiti, una storia che lascia il segno, che emoziona come poche altre, in cui si concentra tutto il genio di un autore inimitabile.

Nel 2005 arriva anche la trasposizione cinematografica di Touch, con i gemelli Saito (Keita e Syota) nella parte di Kazuya e Tatsuya e Masami Nagasawa nella parte di Minami.
Il film cerca di ripercorrere le fasi salienti della storia e soprattutto si propone di ripercorrere tutta la storia narrata nel manga ( che io adoro e consiglio vivamente di leggere ).
Una pretesa che però deve scontrarsi con l’inevitabile necessità di non far durare il film 20 ore…
Inevitabilmente scompaiono quindi personaggi e si da poca enfasi ad altri, saltando interi pezzi di trama, fondamentali per l’evoluzione dei personaggi e della trama.


Inoltre il film non sembra mai raggiungere l’intensità tipica di Adachi nella versione cartacea.
Ciò nonostante la visione scorre in maniera piacevole merito anche degli attori principali, che sembrano tagliati per la parte che impersonano, ma merito soprattutto di una storia molto bella che riesce sempre a strappare qualche lacrimuccia ai più sensibili.
Touch è stato ed è uno dei miei manga/anime preferiti, tra le più belle storie mai raccontate. A mio avviso la migliore opera di Adachi. Emozioni nette, personaggi descritti alla perfezione, sceneggiatura precisa come un orologio... come il tempo che porta, inesorabile, alle inaspettate svolte della vita con cui ci si dovrà sempre confrontare per definire se stessi...

Adachi non si nasconde dietro il proprio ruolo di autore, ma si pone a metà via tra la sua opera e chi ne fruisce. Fa sentire la sua presenza talvolta attraverso una vera e propria fisicità (apparendo nelle vignette intento a lavorare o come cammeo), talvolta attraverso un'ironia tesa a dissacrare i topoi del medium fumetto, di cui mette in mostra gli stereotipi per poi rivederli, sfruttandoli in chiave umoristica. E' questo continuo gioco metaletterario che rende le opere di Adachi una lettura sempre divertente. Perchè il divertimento, con Adachi, è sempre sinonimo di intelligenza.
Touch è il simbolo di come si possa creare una storia toccante con pochi elementi, con semplicità. Una trama semplice, due gemelli che s'innamorano della stessa ragazza... il classico triangolo amoroso ma in questo caso sviluppato con intelligenza e sensibilità. Il finale poi... davvero indimenticabile.
In conclusione, leggetelo, o guardate l'anime, perchè vi trasmetterà emozioni semplici ma grandi.

Nuovo manga su Tetsujin 28, Superobot 28

Sul quinto speciale annuale di Magazine Special di Kodansha è stato annunciato che Fumiya Sato, disegnatore del manga Kindaichi-shonen no Jikenbo Tanpenshu (I casi del giovane Kindaichi - Antologia) esordirà sul prossimo numero della rivista, in vendita a maggio, con un nuovo manga incentrato sul famoso Tetsujin 28 (Superobot 28 in Italia e Gigantor in USA), creato da Mitsuteru Yokoyama nel 1956.
Probabilmente il manga sarà il seguito di Tetsujin Dakkan Sakusen (The Tetsujin Recovery Operation) serializzato sulla stessa rivista nel 2006.
Titolo provvisorio: Tetsujin Dakkan Sakusen 2: Simeon no Gyakushu (The Tetsujin Recovery Operation 2: Simeon Strikes Back).

domenica 27 aprile 2008

Mashima era allievo di Oda? Considerazioni e chiarimenti...

Ni-hao! Vi riporto una notizia che ho trovato molto interessante, soprattutto per i fans di due grandi autori quali Mashima (il papà di Rave e Fairy Tail) ed Oda (il papà di One Piece)...
...Mi sembrava il caso di spendere un pò di righe per analizzare e frenare una serie di voci che ho visto diffondersi in modo ingiustificato su Internet.
Dall'uscita di Fairy Tail è stato ben evidente che il manga ricordasse per diversi elementi One Piece, in primis per il tratto, poi per alcuni personaggi e per un tono e una struttura che lo ricorda. A dire il vero il paragone fra i due mangaka era già sorto con Groove Adventure Rave. Questa analogie hanno fatto nascere una serie di critiche e di giustificazioni.
Mashima copia Oda? E se non lo copia, da dove nasce uno stile tanto simile?
Le teorie:
1) Mashima è stato un assistente di Oda.
2) Oda e Mashima si sono conosciuti ed erano diventati amici lavorando per Watsuki.
3) I due stili hanno un'origine comune: Akira Toriyama.

Eiichiro Oda è nato nel 1975 ed è certo che a 19 anni diventa collaboratore di Nobuhiro Watsuki, l'autore di Kenshin.
E' il 1994 e continuò in questo ruolo fino al 1996, età in cui debuttò su Monthly e Weekly Jump con una breve storia, "Romance Dawn", che fece da apripista per One Piece, nel 1997.
Si sa per certo che lavorando per Nobuhiro Watsuki abbia conosciuto Hiroyuki Takei, autore che diverrà famoso per Shaman King.
I due sono legati da una forte amicizia e Oda nutre un gran rispetto per il suo ex collega.

Di Hiro Mashima si sa molto meno: è nato nel 1977 e non si sa con precisione cosa abbia fatto prima di Groove Adventure Rave. Anagraficamente è chiaro che non possa essere stato un assistente di Eiichiro Oda, avrebbe avuto solo qualche mese per collaborare alla realizzazione di One Piece (Rave è infatti del 1998), inoltre al tempo il manga era solo al debutto e, sebbene abbia avuto da subito un gran successo, la teoria sta poco in piedi.
I due potrebbero essersi conosciuti lavorando per N. Watsuki, tuttavia anche qui non ci sono prove che avvallino questa teoria.
Il popolare autore di Kenshin ha avuto parecchi allievi poi diventati famosi, due li abbiamo citati, ma Mashima, se è passato sotto la sua ala, non deve aver lasciato il segno, visto che non ci sono fonti officiali che lo accreditano come tale. Forzando le cose, quindi ipotizzando anche che abbia lavorato come suo collaboratore, per conoscere Oda avrebbe dovuto lavorare da N. Watsuki tra 17 e i 19 anni, un po' presto. E inoltre non ci sono mai riferimenti di Watsuki, Oda o anche di Takei a Mashima.
L'editore di Mashima, Kodansha, afferma poi che il mangaka si sia fatto totalmente da solo, che non sia stato collaboratore di nessuno, insomma, un talento naturale arrivato alla ribalta con le sole proprie forze. Una sparata pubblicitaria per tutelare un suo autore di punta?
Forse... tuttavia le notizie che circolano sembrano darle ragione.

L'ultima teoria, che lo stile di entrambi derivi da DragonBall e in genere dalle opere di Akira Toriyama, mi pare un po' sbrigativa. Di certo entrambi sono stati influenzati da opere con le quali sono cresciuti, ma se possono riproporre e sviluppare una base comunque nello stile della storia e nell'impostazione, difficilmente si può dire che il loro stile di disegno ricordi quello del maestro che ha creato Arale e DragonBall.
Per concludere: Mashima copia Oda? Non lo so. Di certo lo stile è molto simile, ognuno si senta libero di giudicare, probabilmente con il passare degli anni e accumulando esperienza Mashima diverrà sempre più autonomo e creerà uno stile che lo contraddistingue in modo più peculiare. Vediamo come Fairy Tail proseguirà, forse riserverà sorprese.

Xiè Xiè...

Ni-hao a tutti!!!
Ci tenevo tanto a ringraziarvi...
In due mesi il mio blog ha superato le 500 visite!!!
Spero che diventiate sempre più numerosi...
Un bacio a tutti... ed ancora...
Grazie, Xiè xiè, Arigatò... per le visite ricevute!!!

DEATH NOTE: il regista Nakata apre le porte di Hollywood?

Non si tratta di una domanda buttata là tanto per riempire una riga, ma di un'ipotesi piuttosto legittima basata su considerazioni in linea di massima condivisibili.
Lo spunto lo dà l'inaugurazione del decimo Far East Film Festival (18-26 aprile, Udine), una delle rassegne dedicate al cinema orientale più importanti d'Europa.
L'edizione 2008 è stata, infatti, aperta dai tre live action dedicati al celebre manga di Takeshi Obata, DEATH NOTE: DEATH NOTE (2006, regia di Shusuke Kaneko), DEATH NOTE: The Last Name (2006, Kaneko) e L change the World (2008, di Hideo Nakata).
Ospite d'onore del primo incontro con la stampa lo stesso Nakata, regista del terzo film (più uno spin-off, al limite un prequel, che non terzo capitolo di una trilogia).
Subito la nota dolente: dopo il successo dei primi due film, record assoluto d'incassi in Giappone, ci si aspettava di più, molto di più, da un regista dello spessore di Nakata. Soprattutto alla luce dei buoni lavori realizzati dal quasi sconosciuto Kaneko, cinquantaduenne regista con la passione per H.P Lovecraft.
Invece L changhe the World tradisce le aspettative. Sarà che il genere non è quello più congeniale a Nakata (autore di capolavori horror come Ringu, Ringu 2 e Dark Water), sarà per le pressioni dei produttori, che hanno avuto molta voce in capitolo, forse troppa. Sarà quel che sarà, resta il fatto che il film risulta lungo e a tratti piuttosto noioso.

La pellicola di Nakata, però, potrebbe portare con se un dono inaspettato: l'eventualità di portare ad Hollywood i diritti di DEATH NOTE con la possibilità di realizzare un blockbuster (molto dipenderebbe dalla scelta del regista e del cast, ma per ora non si può azzardare nessuna ipotesi).
La considerazione che questo possa accadere nasce proprio dalla scelta di Nakata come regista di L change the World. Che a Hollywood non solo è conosciuto, ma anche molto apprezzato (non per niente è uno dei cineasti giapponesi in attività col più alto numero di remake americani all'attivo). Probabilmente i produttori di L change the World su questo hanno puntato, piuttosto che sul successo o la riuscita della pellicola stessa.
Ipotesi legittimata anche dal fatto che il manga di Obata è in assoluto uno dei più amati dai ragazzi a stelle e strisce e, di conseguenza, uno dei più venduti. Insomma, gli ingredienti ci sarebbero tutti.
Non resta che aspettare conferme o smentite su quella che, oltre ad essere una supposizione tutt’altro che campata in aria, sembra essere un rumor che nel mondo del cinema circola già da un po'...
Nell'attesa, intanto, quali attori vedreste bene nei panni di Light, L e Misa?